I Piani Individuali di Risparmio (PIR) sono una forma di investimento dedicata alle persone fisiche residenti in Italia, introdotti dalla “Legge di Bilancio 2017” e modificata dalla Legge 19 dicembre 2019, n.157.​I PIR sono contraddistinti dalle seguenti caratteristiche:​

  • Ogni persona fisica può sottoscrivere un solo PIR;
  • L’investimento massimo è pari a € 30.000 l’anno, fino ad un massimo complessivo di € 150.000;
  • Il PIR non è vincolato ed è esente dalla tassazione sui redditi finanziari se l’investimento è detenuto per almeno 5 anni;
  • La politica di Investimento dei PIR ha un orientamento prevalente verso il mercato finanziario italiano, con un investimento minimo del 70% in strumenti finanziari emessi da imprese residenti o con stabile organizzazione in Italia. Almeno il 25% di tale componente deve essere investito in titoli non appartenenti all’indice FTSE Mib della Borsa Italiana o in indici equivalenti di altri mercati regolamentati e almeno il 5% in strumenti finanziari non appartenenti all’indice FTSE MIB e FTSE Mid Cap della Borsa Italiana o in indici equivalenti di altri mercati regolamentati.

Per ulteriori informazioni clicca qui!